Riserva Saline

Saline-e-Colomabia-Itinerari

 

Furono i Fenici ad impiantare le prime vasche per la raccolta del sale, quasi 3000 anni fa. Poi vennero i mulini a vento e le prime lavorazione semi-industriali. Oggi è un luogo magico, che regala tramonti mozzafiato, tra i più suggestivi al mondo.


Istituita con decreto dell’Assessore Regionale Territorio e Ambiente n.257 dell’11 maggio 1995, la Riserva Naturale Orientata Regionale Saline di Trapani e Paceco è stata affidata in gestione all’Associazione Italiana per il WWF.

La Riserva si estende su quasi mille ettari, suddivisi in zona A di Riserva (707 ha) e zona B di Pre-Riserva (278,75 ha). Il sito costituisce una delle più importanti aree umide costiere della Sicilia occidentale; occupato in gran parte da saline coltivate in maniera tradizionale, con pantani e campi coltivati in aree marginali, le sue valenze biologiche sono plurime, interessando aspetti faunistici (uccelli, pesci, artropodi), floristici, vegetazionali. A queste valenze si aggiungono quelle paesaggistiche, etno-antropologiche, architettoniche, storiche.

Punto di sosta obbligatorio per la rotta  delle specie migratorie tra l'Europa e l'Africa, vanta una ricchissima avifauna, con specie rare e minacciate.

Grazie all'istituzione della Riserva, inoltre, aumenta ogni anno la consistenza della popolazione avifaunistica, con numeri di tutto rispetto, impensabili fino a quando la zona non era protetta.

Vero paradiso per il Birdwatching con oltre 200 specie censite, fra cui  segnalare: Fenicotteri, Volpoche, Cavalieri d'Italia, Avocette; Fraticelli, Spatole, Aironi, Cicogne, Mignattai, Gabbiani rosei, tantissimi limicoli e più di 5.000 anatidi svernanti.

Tra i pesci è presente Aphanius fasciatus, incluso nell'allegato II della Direttiva Comuntaria "Habitats".

L’entomofauna annovera numerose specie di insetti endemici e/o rari quali Cephalota circumdata imperialis, Cephalota litorea goudoti, Pterolepis elymica, Teia dubia arcerii.

Infine, il piccolo crostaceo Artemia salina è stato ed è tuttora oggetto di grande interesse, sia in termini sistematici e di ricerca pura che di ricerca applicata.

 

Tra gli habitat di rilievo presenti, citiamo:
- Lagune costiere (cod. Natura 2000: 1150, habitat prioritario)

- Steppe salate mediterranee (Limonietalia) (cod. Natura 2000: 1510, habitat prioritario)

Associazioni vegetali ricche in specie di Limonium (di cui numerose endemiche) con presenza di Lygeum spartum, su suoli temporaneamente o periodicamente permeati da acqua salmastra e soggetti ad estrema aridità estiva.

- Vegetazione annua delle linee di deposito marine (cod. Natura 2000: 1210)
- Fruticeti alofili mediterranei e termo-atlantici (Sarcocornetea fruticosi) (cod. Natura 2000: 1420).

 

 

Per chi vuol misurare le sue capacità di Birdwatchers consiglio vivamente il seguente sito:  http://www.computerbirding.com/

 

nature reserve salt pan of Trapani